Prove di collaudo

I compressori (riparati/ricondizionati) che la Frigorgas fornisce ai propri Clienti sono collaudati e curati nei minimi dettagli, segno distintivo dell’impegno di un’azienda capace di unire i pregi della fattura artigianale all’applicazione delle più avanzate tecnologie.
Ogni compressore, prima di essere “pronto per la consegna”  passa attraverso numerosi controlli finalizzati all’eliminazione di qualunque difettosità.

 

Collaudi intermedi

  • Durante la fase di assemblaggio, che precede il collaudo al banco, tutte le parti meccaniche del compressore sono interessate da minuziosi molteplici controlli dimensionali, in modo da fornire una meccanica assolutamente priva di difetti.
  • La parte elettrica viene testata con un MOTOR ANALYZER che registra automaticamente i dati rilevati.
  • Per evitare perdite, il compressore è sottoposto a una prova di tenuta in una vasca di acqua calda (60°C circa) a 15 bar. L’aria inserita viene filtrata ed elevata con un booster.

 

Collaudo finale

  • Il compressore viene caricato con olio e collegato elettricamente al banco prova, dotato di un inverter in grado di simulare a tutti gli effetti il funzionamento di un impianto. Questo controllo permette di verificare la pressione dell’olio e di conseguenza gli assorbimenti elettrici, la funzionalità meccanica e lo spostamento volumetrico.
    Si verificano anche gli assorbimenti in atmosfera libera (cioè espressi con compressore in assenza di carico).
    L’aria compressa viene raccolta in un serbatoio, in modo da verificare il volume spostato.
    Con un apposito circuito la Frigorgas è in grado di collaudare anche compressori a vite e a vite con serbatoio remoto.
  • Una volta superato anche il collaudo finale si stampa la Scheda di Collaudo, che rimane a corredo del compressore e che verrà di conseguenza consegnata al Cliente.
  • Qualora si sia reso necessario intervenire anche sullo statore, al Cliente viene consegnata la Scheda di Collaudo rilasciata dal tester in dotazione al Reparto Avvolgimenti.